Il gioco dei followers fake di Twitter delle primarie del centrosinistra

Mentre stasera leggevo l’interessante articolo di Mattia Marasco sugli “strani tweet contro Renzi” mi son messo a fare un giochino veloce e curioso (la curiosità non fa bene ai gatti e temo neanche a me, ma tant’è…): quale sarà la percentuale di fake tra i followers dei profili Twitter dei candidati alle primarie del centrosinistra secondo TweetterAudit?

Ho quindi preso in esame (non avevo voglia di fare una tabella, potete andarveli a vedere da soli), senza trovare altri articoli simili al mio altrimenti avrei fatto a meno di scrivere, i dati ad oggi 22/11/2012 tranne che per Renzi che aveva un report in cache, non aggiornabile, vecchio di 2 mesi.

Il forse banale quanto aspettato risultato è che per quanto riguarda i 3 candidati favoriti, ovvero Pierluigi Bersani, Matteo Renzi e Nichi Vendola, la percentuale dei fake, ovvero degli utenti non reali, si attesta preoccupatamente sempre pochissimo al di sotto del 50%, segno che qualche pasticcio comunicativo e/o vandalismo è stato fatto in totale par condicio, mentre per Tabacci e Puppato la percentuale (e il numero totale dei followers) è decisamente inferiore.

Quindi primarie del centrosinistra quantomai equilibrate anche in merito allo scarso reale prestigio sui social media, imho purtroppo dovuto alla mancanza di veritiere e significative politiche di partecipazione e trasparenza sul web dei candidati relativamente alla gestione dei followers di Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.